varietà di banane commestibili che vengono utilizzati per scopi culinari sono in grado di essere cresciuto da seme a causa del modo in cui sono state coltivate nel corso degli anni . Altri nomi comuni per questa banana includono Lady's Finger (nelle Hawaii)[8]; Amas, Caramelo, Kamoros (nelle Filippine); Pisang Mas (in Malesia e Indonesia); Kluai Khai (in Thailandia); Sagale Nget-Pyaw (a Burma/Myanmar); Surya Kadali (in India); Kudud (a Pohnpei); Sucrier, Fico Sucrier, Fico, Datil, Miele, de Rosa, Fico Sucré (Indie Occidentali); Orito (Ecuador); Lady Finger, Nino (in Florida); Bocadillo (in Colombia)[8]; Banana Ouro (in Brasile)[8], Peru, Fig, Tinito (nella Polinesia Francese); Rose, Golden Early, Dattero, Fico, Dedo de Dama, Niño, Manices, Guineo Blanco, Cambur Titiaro (In america latina), Parika (in Guyana)[5]. Red bananas are very tasty and they look very attractive too. Tra i pregi delle piante di questo gruppo sono anche da ricordare la relativa resistenza alla siccità e al sigakota[5]. Home / Frutta Tropicale Siciliana / Banane Siciliane – Varietà Particolari. Ad oggi la loro coltivazione continua solo in pochissime zone dove le condizioni pedologiche non permettono lo sviluppo della malattia[5]. Almost all modern cultivated varieties of edible bananas and plantains are hybrids and polyploids of two wild, seeded banana species, Musa acuminata and Musa balbisiana.Cultivated bananas are almost always seedless (parthenocarpic) and hence sterile, so they are propagated vegetatively (). L'unica sospetta, Kluai Lep Chang Kut, è un clone tailandese raro[5]. Oltre la Musa acuminata triploide selvatica, questo gruppo comprende alcune delle banane più diffuse al mondo. L'eccezione a questa regola è la Super Dwarf Cavendish, la più piccola del gruppo, che non produce frutti di qualità commerciale accettabile[5]. Oltre a questa, tra le altre cultivar del gruppo AA con nome ci sono la Chingan (che è diffusa in India anche sotto il nome di Manniyilla Chingan)[5], la Hapai (diffusa alle Hawaii e nota anche a Tahiti come Hapū, una rara cultivar Polinesiana, che sviluppa i frutti all'interno del fusto[5]) la Tuu Ghia[5] che viene usata nella selezione di nuove varietà per via della sua resistenza ai patogeni, la Pisang jari buaya[5] (in Indonesia e Malesia) la Rose[5] (in Indonesia) la Señorita[5] (nota anche come Monkoy, Arnibal Banana, Cuarenta dias o Cariñosa, originaria delle Filippine) la Tapo[5], alcune cultivar da cottura della Papua Nuova Guinea[5] e la Sinwobogi. Nonostante tutti gli sforzi fatti dalla comunità scientifica, classificare le banane si dimostra ancora estremamente difficile[5][6], per l'estrema variabilità dei caratteri mostrata dalle piante (in parte legati all'ambiente, in parte legati a mutazioni gemmarie), l'altissimo numero di cultivar (stimato da oltre 300 a più di 1000)[5] e il grandissimo numero di nomi che nelle varie lingue viene attribuito ad una stessa cultivar. La Lakatan è una cultivar molto nota nelle Filippine[7]. In questo sistema si fa seguire al nome del genere Musa l'indicazione del gruppo al quale il clone appartiene, seguita poi dal nome comune della cultivar. I sottogruppo nei quali si può dividere sono: È il sottogruppo di banane più importante delle AAA, e rappresenta la voce più importante del commercio mondiale di banane[5]. Quando l'origine delle banane commestibili è stata compresa, si è capito che non era possibile assegnare i singoli cloni ad una singola specie con la normale nomenclatura binomia linneiana, perché spesso essi presentavano storie di poliploidia e ibridazione tra diverse specie: per questo è stato introdotto, da Ernest Cheesman, Norman Simmonds e Ken Shepherd, un sistema di classificazione che dividerebbe le banane in gruppi in base al loro genoma. Presentano oltre 200 cultivar diverse[5]. Parassiti e malattie della banana Include la maggior parte delle banane da cottura, ma anche qualche banana adatta al consumo fresco. Anche la buccia dei frutti è molto bella, dato il colore argentato che possiedono. Per le banane fe'i non è stato sviluppato un sistema di nomenclatura come per le banane della sezione Eumusa. La Banana è estremamente saporita e fruttata, ma sprigiona rinfrescanti fragranze al limone piuttosto che dolci note di banane. La banana Basjoo può sopravvivere a temperature invernali fino a meno 20 gradi Fahrenheit . Da sinistra a destra: Platani, banane rosse, Latundan, e Cavendish. Banana Accounting Plus, our latest offering is now available. Compra varietà di alberi di banane idonee per il clima , se devono essere piantati all'esterno. Le banane maturate nelle zone più calde del tropico, sulla pianta, non divengono mai completamente gialle ma anche a maturazione completa mantengono un colorito piuttosto verde[5]. Recenti studi condotti nelle Filippine comunque sembrano suggerire che alcune cultivar possano davvero essere del tipo BB e senza semi, come ad esempio la cultivar Abuhon a maturazione precoce[13]. Accettando comunque questa suddivisione, i sottogruppi principali sono: Comprende solo la banana Inarnibal[5]. Varietà di gusti... See more of Pizzamatei on Facebook. Sapore mediocre ma comunque molto diffusa, specie in Indocina[5]. Nelle zone dove sono coltivate assolvono il ruolo di cibo fondamentale[5] (come il riso in Cina o il grano in Europa). Pelipia o Pilipia (nelle Filippine) è una cultivar resistente ai patogeni che ha rimpiazzato il Bluggoe in zone difficili[5]. La loro bellezza ha fatto sì che spesso siano state usate come piante ornamentali[5]. Una semplice lista delle varietà e dei gruppi principali può rendere conto dell'importanza di questo gruppo: Fa'i Mamae, Iholena Iholena, Iholena Kāpua, Iholena Lele, Ōre'a, Mamae Hehefanga, Uzakan, Morpa, Yamunamba, Numeijo, Luba, Manini o Koa'e, Ele'ele, Fa'i Samoa, Fa'i Samoa Pau Manifi, Fa'i Samoa Au Malie, Fa'i Samoa Puputa, Fa'i Samoa Lautele, Fa'i Samoa Lap Lapa, Hai e Haikea, Hopa, Feta'u, Feta'u Hina, Māhoe, Mangaro, Mangaro Torotea, Māo'i, Mā'ohi, Māohi Huamene, Māo'i Koka, Māo'i Ku'uhua, Māo'i Pukiki, Mei‘a Ma‘ohi Hai, Mei‘a Mao‘i Maita, Maoli, Kaualau, Mānai‘ula, Puhi, Pacific Plantain, Mei'a Ma'ohi Hai, Mei‘a Mao‘i Maita, Comino, Pompo, Maqueño, Huamene, Huamoa o Moa, Ka‘io, Lahi, Lahilahi o Ili Lahilahi, Mangaro Akamou, Pōpō'ulu Pōpō'ulu, Putalinga[5], French, Obino l’Ewai, Njock Kon, Bobby Tannap, Nendran, Dominico, Tarapuakanio, French Horn, Mbang Okon, 3 Vert, False Horn, Agbagba, Orishele, Dominico-Hartón, Cuerno, Barragante, Batard, Horn, Ishitim, Pisang Tandok[5]. Mai, però, questa varietà di banane viene consumata cruda, poiché il sapore zuccherino ne arricchisce il gusto solo nello stato avanzato di maturazione o a seguito di cottura. I loro usi sono vari (vengono usate persino come base fermentativa per la produzione di birra)[5]. Alcuni cloni sono eccezionalmente ricchi di beta carotene[5], ed hanno avuto un ruolo storicamente importante nel permettere la colonizzazione della Micronesia, in ambienti nei quali questa vitamina è scarsa. All'interno del gruppo sono riconoscibili sottogruppi[5]: Ney Poovan è una banana dal sapore dolce e con soltanto una punta di acidità, eccezionalmente buona, coltivata in India[5] nota in unione europea col nome di Chini Champa. Dalla più alta alla più bassa possiamo riconoscere in questo sottogruppo le seguenti cultivar: Molto simili alle Cavendish, le piante di questo sottogruppo erano le principali banane da esportazione prima dell'avvento della malattia di Panama, alla quale sono molto suscettibili[5]. Log In Tutte queste Musa fanno parte della sezione Callimusa (un tempo Australimusa[5]) del genere Musa. Per lungo tempo questo fatto non è stato compreso, e si riteneva che le varie banane commestibili fossero specie distinte da Musa acuminata e balbisiana. Nel commercio globale, la più importante varietà di banana coltivata è la Cavendish. Tra le varie cultivar di questo sottogruppo non c'è una vera differenziazione in merito alla qualità del frutto, e tutte producono frutti di qualità commerciale se fertilizzate adeguatamente e qualora abbiano irrigazione sufficiente. Gli studiosi giapponesi espongono i risultati ottenuti dalle due varietà di banane e i risultati variano effettivamente a seconda del grado di maturazione. Purtroppo le piante di questo sottogruppo non resistono alla malattia di panama[5]. Ci sono almeno tre cultivar importanti in questo sottogruppo: Le banane di questo gruppo sono principalmente il risultato di esperimenti di ibridazione e non vengono coltivate su larga scala[18]. Altri nomi per di piante di questa cultivar o riconducibili a questo gruppo gruppo includono Safet Velchi (in India) Kisubi (in Uganda); Ranel (nello Sri Lanka); Apple, Farine France, Lady's Finger (nelle Indie Occidentali)[5]. All these varieties grow in the wild. Ad esempio alla banana Cavendish era attribuito il nome di Musa chinensis. I produttori di banane commerciali negli anni hanno cercato di favorire cultivar più basse perché resistono meglio al vento e il fusto non rischia di rompersi se il casco è troppo pesante. Come per altri importanti gruppi, le piante di questo gruppo possono essere divise in sottogruppi. La differenziazione tra le varie cultivar di questo sottogruppo è legata essenzialmente a due fatti, la statura della pianta e l'aspetto dei frutti[5]. Cercare la Migliore Selezione di varietà di banana Produttori e Prodotti varietà di banana economici e di alta qualità varietà di banana a Alibaba.com The following is a list of banana cultivars and the groups into which they are classified. Si pensa che anche Musa peekelii possa far parte del corredo genetico di queste banane commestibili. Le varietà sono, sempre dalla più alta alla più bassa: (in Thailandia) e Chuoi Ngop Cau (in Vietnam)[5]. Some varieties look very attractive but are not edible. … Si può generalmente dire che i banani del gruppo ABB siano banani a duplice attitudine, possedendo frutti relativamente ricchi di amido che si prestano a cottura ma che, una volta raggiunta la completa maturità, possono essere consumati anche come frutta fresca[5]. Le loro origini sono ancora in parte oscure, ma pare derivino da Musa maclayi[5]in base ai caratteri di sviluppo della pianta, mentre analisi genetiche suggeriscono anche una parentela con Musa lolodensis[5]. In questo senso, le differenze osservabili tra le banane commestibili, più che essere legate all'appartenere a varietà differenti, sono legate all'essere in pratica individui differenti, e quelle che vengono chiamate generalmente varietà sono singoli cloni. Ne esiste una versione nana diffusa negli Stati Uniti come Dwarf Namwah[17]. Attualmente la coltivazione della banana è diffusa in più di cento Paesi diversi, ma le sue antiche origini risalgono all'area tropicale rappresentata dall'Australia del Nord e dall'Indonesia, anche se pare che i primi tentativi di coltivare la pianta siano avvenuti in Nuova Guinea, al centro di quell'area.