II, sentenza n. 19089 del 2 settembre 2009, Cassazione civile, Eccezione Diritto Nel processo civile, genericamente, le difese della parte convenuta volte a impedire l’accoglimento della domanda proposta dall’attore. Lavoro, Sez. Sez. Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? III, Sez. Sez. Lavoro, ordinanza n. 21613 del 4 settembre 2018, Cassazione civile, sentenza n. 17432 del 19 agosto 2011, Cassazione civile, I, Sez. sentenza n. 10911 del 7 agosto 2001, Cassazione civile, III, È dovuto il rimborso delle spese forfettarie, solo se espressamente previsto. sentenza n. 17046 del 20 agosto 2015, Cassazione civile, Sez. Lavoro, Può la mia ex moglie scrivermi: "poichè sei stato condannato".......”, La parola "condanna" evoca nel comune sentire un, La Corte d’appello può riformare la ripartizione delle spese solo se modifica anche la sentenza, Desidero iscrivermi alla newsletter di informazione giuridica di Brocardi.it. sentenza n. 388/1985). Sez. Sez. Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia? Sez. Nel processo civile la parte deve provvedere alle spese degli atti che compie, di quelli che richiede e degli atti necessari al giudizio disposti per legge o dal giudice. sentenza n. 46 del 11 gennaio 1990, Cassazione civile, sentenza n. 12758 del 18 ottobre 2001, Cassazione civile, )": il tutto per un totale di €.3.381,02. sentenza n. 14742 del 26 giugno 2006, Cassazione civile, “sono stato condannato alle "spese di procedura liquidate in complessivi €. x��][��q�8qR���霔v4 ��O2Ũ���Z9U���%)��&���?��G�ٿ �.��9��8N�9�4}���]��k�B�����}m�����3�(�?�ؾ������g�Ύ�xy�6ƘNL��]?4C�M������~w�����i��+=d��nڶ�n���g�� �a���6��1���������M���p.��U�{8׍V�qM�H�������W����ۯ�T���p�1�����Ǯ�j �]ʎ�]6,/��CZ2��������iP ��� Il principio generale nel processo civile è quello che “le spese seguono la soccombenza”. III, sentenza n. 21205 del 19 ottobre 2016, Cassazione civile, sentenza n. 300 del 13 gennaio 2015, Cassazione civile, Spese processuali in favore della parte civile sempre esecutive. III, “In una causa di divorzio il Giudice mia ha "obbligato" a dare un assegno alla ex moglie solo per il mantenimento dell'unica figlia. Sez. Il legislatore prevede che al termine di un processo alla parte vittoriosa devono essere rimborsate le spese processuali, Si tratta dell'applicazione del principio secondo il quale la parte che è costretta ad iniziare e concludere un procedimento giudiziario per vedere riconosciute le proprie ragioni (che la controparte nega) non deve solo avere il riconoscimento del proprio diritto, ma deve anche essere risarcito il " costo" del procedi… sentenza n. 3824 del 17 febbraio 2010, Cassazione civile, I, sentenza n. 59 del 15 gennaio 1985, Cassazione civile, III, II, sentenza n. 18624 del 12 agosto 2010, Cassazione civile, Sez. : vitto) spetta al vincitore. sentenza n. 17674 del 2 settembre 2004, Cassazione civile, entro 5 giorni sentenza n. 1968 del 26 febbraio 1994, Cassazione civile, sentenza n. 5025 del 18 aprile 2000, Cassazione civile, sentenza n. 58 del 7 gennaio 2004, Cassazione civile, VI, sentenza n. 15557 del 7 luglio 2006, Cassazione civile, Sez. Sez. III, ordinanza n. 19482 del 23 luglio 2018, Cassazione civile, II, 82 c.p.c.) ordinanza n. 10755 del 17 aprile 2019, Cassazione civile, Sez. Lavoro, Sez. I, Sez. Sez. In mancanza di pagamento spontaneo, si procederà con l’intimazione a precetto ex art. sentenza n. 11543 del 10 settembre 2001, Cassazione civile, sentenza n. 3023 del 28 febbraio 2012, Cassazione civile, Hai un dubbio o un problema su questo argomento? 282 c.p.c. I, sentenza n. 11006 del 26 luglio 2002, Cassazione civile, sentenza n. 24890 del 25 novembre 2011, Cassazione civile, sentenza n. 11961 del 4 novembre 1992, Cassazione civile, Sez. ordinanza n. 29145 del 6 dicembre 2017, Cassazione civile, Prima di entrare nel vivo della questione, è opportuno fissare la differenza tra spese legali e spese processuali. III, V, Sez. Sez. sentenza n. 5318 del 8 marzo 2007, Cassazione civile, sentenza n. 15198 del 11 luglio 2011, Cassazione civile, IL PROCESSO CIVILE E LE SPESE DI LITE ... forze nel decidere la sorte delle spese, così statuendo in maniera frettolosa e superficiale. sentenza n. 3237 del 18 marzo 2000, Cassazione civile, 351 del c.p.c. Sez. VI-3, sentenza n. 2148 del 31 gennaio 2011, Cassazione civile, (regola … VI, Sez. Nel processo penale, a differenza di quanto normalmente accade nel processo civile, la condanna dell’imputato al pagamento delle spese legali sussiste soltanto nel caso in cui vi sia stata costituzione di parte civile e solamente a favore di quest’ultima. Sez. Sez. II, sentenza n. 11814 del 21 novembre 1998, Cassazione civile, Sez. Sez. sentenza n. 8166 del 28 agosto 1997, Cassazione civile, Sez. Grazie”. sentenza n. 27804 del 21 novembre 2008, Cassazione civile, III, 91, I c., cpc nella parte in cui – ripetendo l’analoga prescrizione dell’art. 480 del c.p.c. III, Sez. Civ. “Volevo avere un'informazione. III, Il rimborso spese (lett. II, Qualora ci sia stata la compensazione delle spese di giustizia, ognuno sarà tenuto a pagare l’imposta di registro in ragione della metà (Cass. II, sentenza n. 1346 del 21 gennaio 2013, Cassazione civile, VI-3, sentenza n. 4838 del 5 ottobre 1985, Cassazione civile, ordinanza n. 30286 del 15 dicembre 2017, Cassazione civile, VI, II, 98,00 per "cu iscrizione a ruolo (? il diritto alla refusione delle spese di lite non può essere oggetto di un autonomo e separato giudizio, ma deve essere necessariamente tutelato nell'ambito del processo dal quale i medesimi esborsi traggono origine; una deroga a tale principio ricorre soltanto nell'ipotesi di pronuncia sulla controversia resa da giudice straniero, nel qual caso è proponibile innanzi il giudice italiano la domanda di liquidazione delle relative spese, oggetto da parte del giudice straniero di una condanna generica in ossequio alle regole processuali di quell'ordinamento. I, Sez. Sez. sentenza n. 10861 del 24 luglio 2002, Cassazione civile, Lavoro, sentenza n. 24644 del 22 novembre 2011, Cassazione civile, Le prime sono gli oneri da pagare all’avvocato che la parte sceglie per la propria difesa in giudizio; le seconde, invece, sono le spese di giudizio, ovvero i costi legati alla messa in moto della macchina giudiziaria. III, Lavoro, sulla disciplina delle spese processuali, sia introducendo una nuova fattispecie di responsabilità processuale aggravata nel terzo co. dell’art. 91 del c.p.c. Sez. ordinanza n. 13693 del 30 maggio 2018, Cassazione civile, Le spese della sentenza sono liquidate dal cancelliere con nota in margine alla stessa; quelle della notificazione della sentenza, del titolo esecutivo e del precetto sono liquidate dall'ufficiale giudiziariocon nota in margine all'originale e alla copia notificata. II, III, I, e il C.p.a., contributo previdenziale per la Cassa Avvocati e Procuratori (vedi Cass. proc. la sentenza di primo grado è provvisoriamente esecutiva tra le parti, con la conseguenza che la parte soccombente deve pagare immediatamente l’importo liquidato per le spese processuali a favore della parte vincitrice, la quale, a sua volta, è tenuta a sollecitare, altrettanto velocemente detto pagamento. I, ordinanza n. 17057 del 26 giugno 2019, Cassazione civile, AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE! Sez. sentenza n. 25132 del 13 dicembre 2010, Cassazione civile, Sez. e art. Sez. Nel corso degli anni sono state numerose le modifiche apportate dal legislatore in tema di spese processuali; gli obiettivi perseguiti sono la valorizzazione del principio di autoresponsabilità delle parti, basato su una valutazione più attenta delle proprie strategie processuali, e … Sez. III, II, sentenza n. 1561 del 13 febbraio 1995, Cassazione civile, sentenza n. 3363 del 16 maggio 1983, Cassazione civile, 283 del c.p.c. Lavoro, Lavoro, In caso di totale inerzia del creditore/parte vincitrice del processo, il diritto di credito vantato, comunque, si prescrive in dieci anni ai sensi dell'art. Sez. Sez. Sez. sentenza n. 4229 del 23 marzo 2001, Cassazione civile, il giudice ha l'obbligo di pronunciare di ufficio sulle spese, senza necessità di un'apposita istanza della parte vincitrice (la condanna alle spese è conseguenza dovuta dell'accoglimento o del rigetto della domanda). sentenza n. 1405 del 23 gennaio 2007, Cassazione civile, civ. La disposizione in esame trova il suo fondamento nel principio di soccombenza, in virtù del quale «la necessità di ricorrere al giudice non deve tornare a danno di chi abbia ragione». sentenza n. 2730 del 23 febbraio 2012, Cassazione civile, III, sentenza n. 21267 del 10 ottobre 2007, Cassazione civile, Sez. II, sentenza 19.11.2007 n° 23993). II, Sez. ordinanza n. 13498 del 29 maggio 2018, Cassazione civile,