Solamente con la serenità si può raggiungere quella vetta detta felicità. Da “Passi. e facessero fracasso gli aquiloni. Sono più di 60 anni di vita in cui la Szymborska scrive poesie relative alla vita, la morte e l'amore. Rimbaud appariva ancora spensierato e privo dei preconcetti che attraverseranno poi la sua esistenza. Il tuo raggio asciuga il pianto, sperde l'ira, fuga il duol. come trema il viandante un fruscio di spighe Sono queste le poesie sulla gioia e la felicità che intendo proporvi, le “poesie che fanno bene all’anima” Quelle che ci stampano un sorriso sulle labbra, ci rallegrano il cuore, quelle che fanno ampio il respiro. Assaporeremo il vino e il frutto. Rating. di un amore per cui non ho parole con un senso di mistero. come fanno le onde con la spiaggia di credere nel detto. Amo i primi giorni d’estate Se giungi sulle anime invase di tristezza e le schiari, il tuo mattino è dolce e turbatore come i nidi delle cimase Ma nulla paga il pianto del bambino a cui fugge il pallone tra le case. non sono da nessuna parte, Ti vestirò di cose leggiadre delle lacrime, Ritrovarsi nell’ombra, nei meriggi d’agosto, tra le brume al sorgere del sole quando i campi s’attardano ancora nel sogno, tra le foglie cadute d’autunno sui sentieri dei boschi che sfrigolano di colori. Quando il mio cuore fu scosso e perse il suo velo rimase nudo. ed hai solo mete e nessuna quiete, perché respiro e perché respiri, per plaghe remote. Chi maneggia un pugnale prevede la morte di Cesare. Qui trovi le migliori frasi e aforismi sulla gioia. TUTTI I DIRITTI SUI TESTI SONO RISERVATI. Io credo nella bontà, nella misericordia e nella carità. La giovanezza cupida di pesi porge spontanea al carico le spalle. non è successo nulla a nessuno, Per la tua gioia farò gingilli e balocchi, di canto d’uccelli il mattino, di luce di stelle la sera. Ogni giorno era bello. Presento una raccolta di 22 poesie sulla felicità. arrotolami nastri gialli attorno al cuore l’aria canta come una chitarra. in ogni molecola della sua anima Amo la prima parola di una lettera, il primo ti amo, le prime note di una melodia. ed ero solo tenerezza per te Chi pronuncia un verso di Liliencron partecipa alla battaglia. anche nel dolore, nella ferita, nella mancanza Allo stesso modo, i poeti non si stancano mai di cantare questi straordinari sentimenti. Questa volta lasciate che sia felice, Altre 20 poesie sulla felicità e la gioia, oltre alle 5 già segnalate. sul vocio delle persone che si godevano quella prima Amala pienamente, senza pretese; amala quando ti amano o quando ti odiano, amala quando nessuno ti capisce, o quando tutti ti comprendono. Così lieve è il tuo passo, fanciullo, Celebreremo i sogni e le speranze Sono qui come corda tesa © Maria Letizia Del Zompo dal vento. Mi dicono che è la luna, ma che posso fare con una parola e con una mitologia? ti salperò nel cuore tra le sue sponde il primo ti amo, Impastami di farina e sale So che sarà così e allora festeggeremo canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca, Con entrambe le mani coprirò la mia nuda vergogna. e ti bagnerò gli occhi d’amore. cantami dentro tutte le note Vagabondaggio, evasione, poesia, cari prodigi sul tardi! legalo con l’intelligenza del cuore. Una forma d’arte tra le più usate, e talvolta abusate, nata ancora prima della scrittura. così chiaro e modulato di insistere per la verità Agli occhi sei barlume che vacilla, al piede, teso ghiaccio che s’incrina; e dunque non ti tocchi chi più t’ama. Garzoncello scherzoso, cotesta età fiorita è come un giorno d’allegrezza pieno, giorno chiaro, sereno, che percorre alla festa di tua vita. E la mia voce diventa coro che hanno colmato le anime Felicità esprime il mondo introspettivo dell’autore e segue quel filone meditativo che ci riporta in primis a quel grande capolavoro che è Siddharta. È appassionata di libri, si diletta con la fotografia, ama viaggiare, gli animali, il cinema, le lingue straniere e ogni forma di cultura. per lei non c’era bellezza raccolta Commenti. Vien, sorridi a noi d'accanto, primogenita del sol. Fin quando dai la caccia alla felicità, Non scordarti di gioire! Poesia della gioia Nei versi dei poeti cristiani, una ricerca interiore che costituisce una sorta di appello al Mistero. Qui di seguito ne trovate altre venti, molto significative. guardati nell’acqua del sentimento. Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso. e fresco. Questa può essere solo una piccola cernita. e il tuo cuore e la tua anima hanno pace. più grande. dita che esplodono in farfalle Quando i boschi verdi di gioia ridono, e corrugandosi il ruscello li accompagna colle sue risa; quando l’aria si mette a ridere col nostro spirito folletto, e ride di quel chiasso il verde colle; Quando di vivo verde i prati ridono e la cavalletta ride in mezzo a quell’allegria, quando Susanna, Emilia e la Mari’ colle loro dolci brocche rotonde cantano “Ah ah hi”. specificate l'autore grazie in anticipo. o un grande canto. Ti amo di un amore che non conosco Credo nell’umanità. – che si tengono per mano Felicità di Trilussa. la rondine morta sul balcone. Inizia così questo giorno. di dire quello che sento Credo nello spirito universale e il cielo. Ti ho vista, oggi essere felice con te, con la tua bocca, Me li godo cantando nenie decidesti di colorare il buio d’azzurro Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia, tu canti e sei canto. È triste! Canta l’immensa gioia di vivere, d’esser forte, d’essere giovine, di mordere i frutti terrestri con saldi e bianchi denti voraci, di por le mani audaci e cupide su ogni dolce cosa tangibile, di tendere l’arco su ogni preda novella che il desìo miri, e di ascoltare tutte le musiche, e di guardare con occhi fiammei il volto divino del mondo come l’amante guarda l’amata, e di adorare ogni fuggevole forma, ogni segno vago, ogni immagine vanente, ogni grazia caduca, ogni apparenza ne l’ora breve. Comunicare buone notizie, bei gesti, la bellezza. essere felice, Coprilo con la tua pietà, amore mio, e perdona il mio amore. bambina che in me vivi Nutrita dal tuo cuore le ferite nei gigli, vesti la farfalla d’ali eterne attorno. Cinque cose belle è una guida alla bellezza: ogni giorno racconta, tramite cinquine, le cose belle che esistono nel mondo dell'arte, della narrativa, dei videogiochi, della tecnologia, dello sport, della cucina e dei viaggi. Mi dichiaro colpevole Alcune sono tratte dai miei libri, altre sono poesie d’autore che  mi piace condividere con voi. Poesie sull'allegria o sulla gioia? Arthur Rimbaud nasceva nel 1854 in una cittadina francese al confine con il Belgio. di una vita nella quale Gli alberi mi fanno un poco paura. Mi hai guardata dall’erba verde e dai vulcani; con i colori dell’infinito. Poesie sulla Felicità Eppure primavera è nell’aria (Oscar Wilde) Pieno inverno: il contadino vigoroso Trasporta le fascine della legnaia gelida e batte i piedi contro […] Me li godo come fossero ombre che non sono nata trasognato sentirò la sua frescura sotto i piedi piangere un’assenza www.marialetiziadelzompo.com/2020/05/27/poesie-sulla-gioia-e-la-felicita Tu che canti melodie di colori Vedrai sorgere giardini incantati Sono più sterminato dell’erba nelle praterie, sbocciate a lavarmi lo sguardo. Io farò la cucina, e tu terrai la tua stanza, dove scorre bianco il fiume e s’agita lucente la ginestra, e laverai i tuoi panni e terrai bianco il corpo negli scrosci di pioggia il mattino e nella rugiada la sera. Voglio accendermi di nuovo 1 decade ago. Vestimi d’amore Si. fino all’ultimo profondo angolino del cuore. Nelle azzurre sere d’estate, andrò per i sentieri, e divento altro… di chi mi vibra ti gioirò dentro I suoni e i silenzi, le voci dei bambini. Amo la notte prima dell’alba, Innalzeremo i calici e brinderemo con lacrime di gioia. Godi, fanciullo mio: stato soave, stagion lieta è cotesta. e nella notte raccogli stelle possibilmente di autori noti ma va bene qualunque cosa. Sono ammaliato dalle montagne innevate Poesia tratta dalla raccolta “Passi. Qualcuno risponde Un sentimento infinito intriso di giovani speranze e che non implica necessariamente la presenza di un’altra persona, se vissuto in pieno. Chi abbraccia una donna è Adamo. Solo quando rinunci ad ogni desiderio e non conosci né meta né brama e non chiami per nome la felicità. Questo di sette è il più gradito giorno, pien di speme e di gioia: diman tristezza e noia recheran l’ore, ed al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno. Le odi di Neruda sono tantissime e ve ne sono di ogni tipo, dall’ode al gatto a quella al carciofo. Nello specchio c’è un altro che spia. volevo metterti in guardia: Si può appena, come la pioggia scorrendo a rivoli sui vetri traccia e scancella delle figurazioni, rivendicava il diritto a essere «Non sai quanto possa essere crudele l’uomo.» Un lago adagiato nella valle mi dona pace. Quando mi annullo e niente mi è accanto essere felice. neanche fossi tornata bambina l’idea prima del progetto, Roberta. e madreperle Mi dichiaro colpevole Mi dichiaro colpevole Fanciullo, fanciullo, Versi di un incontro” (Nulla die 2017), Dal libro “Passi. con o senza tutti, essere felice con l’erba Michela Salzillo è una giovane scrittrice italiana che nella poesia trova la sua più completa dimensione. Pubblicata il 28 ottobre 2006 alle 14:33 . Creato con Wix.com. essere felice perché sì, È tutto un’illusione: il futuro ci inganna da lontano, non siamo più quel che ricordiamo, né osiamo pensare a ciò che siamo. Non regge. Amo tutto ciò che è stato, tutto quello che non è più, il dolore che ormai non mi duole, l’antica e erronea fede, l’ieri che ha lasciato dolore, quello che ha lasciato allegria solo perché è stato, è volato e oggi è già un altro giorno. lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia nella Natura, – lieto come con una donna. e con il sole muori e rinasci e l’acqua sotto, gli uccelli in cima, Mi fa rabbrividire di dolore Poi quando intorno è spenta ogni altra face, e tutto l’altro, odi il martel picchiare, odi la sega del legnaiuol, che veglia nella chiusa bottega alla lucerna, e s’affretta, e s’adopra di fornir l’opra anzi il chiarir dell’alba. Sono un incurabile romantico Felicità ! Nelle azzurre sere d’estate, andrò per i sentieri. Era felice perché si sentiva donna fragile foglia secca di marzo. Nonostante ciò, chi ama il genere si diletta a scoprire poeti di ogni parte del mondo e con il tempo scorge il suo, o i suoi, preferiti, quelli che danno l’impressione di aver scritto quella poesia solamente per noi e che difficilmente si scorda. Quest’ultima in particolare rappresenta l’eterna ricerca nel corso della vita, la felicità questa sconosciuta, desiderata ma non sempre conseguita. Ti bacerò e ribacerò il suo esser donna. la tenerezza prima della passione. che quasi non t’odo, Un fiume o un ruscello mi fanno commuovere fino alle lacrime perché la luce baciandoli le parole prima di un abbraccio. Una felicità che quasi non va nominata per il suo essere così fragile e transitoria, una fortuna per chi la incontra. E così pura è l’ora, così puro Fin quando ti lamenti del perduto ed hai solo mete e nessuna quiete, non conosci ancora cos’è pace. e lascerò che il vento mi bagni il capo nudo. Egli fa parte di quelli che vengono chiamati “poeti maledetti” e tra tutti è quello più particolare e in qualche modo criptico. La consapevolezza… sopra il mio cammino, Frasi sulla gioia: citazioni e aforismi sulla gioia dall'archivio di Frasi Celebri .it sono un torrente in piena Pensieri forse poesia. Pablo Neruda (alias Ricardo Eliécer Neftalí Reyes Basoalto) nasceva nel 1904 in Cile. Il Paese senza specchi. Dalla vastità degli oceani. fatta di pane e pietra la terra che segue il suo cammino. Answer Save. l’aria intrecciata ai miei denti, Tra i poeti più amati di sempre, nel 1971 ricevette il Nobel per la letteratura. Quando mi annullo e niente mi è accanto né terra, né mare, né cieli tersi e sono tutta spirito, ampiamente errando attraverso infinite immensità. portata per mano, Ama la vita così com’è. dietro un velo di ghiaccio – (bis) Freude, schöner Götterfunken, Tochter aus Elysium, Wir betreten feuertrunken, Himmlische dein Heiligtum. Dai Unocchiata Anche a Questa Canzone : Aveva Un Bavero. e l’ordine delle cose. di sognare a voce alta I Link potete scaricarli e dedicarli a qualcuno che avete a cuore, condividerli sui vostri profili o con amici. Da “Passi. Poesia Sulla Gioia di Madre Teresa di Calcutta: Un cuore gioioso è il normale risultato di un cuore che arde d'amore. sul fondo d’un pozzo ritornando all’ordine Ma non amare mai senza amore. esauriscile e cantane di nuove. in quest’ora divina Credo nella speranza, nei sogni e nella dignità. 5. postato da Anonyme, il 10/05/2014 alle 11:34:26. une poesi très belle ! Chi dorme è tutti gli uomini. riempio la crepa essere felice perché tocco il tuo ginocchio Chi guarda il mare vede l’Inghilterra. sono tutta sorriso. Ogni gioia che era in cuor finita ricresceva nel cuor di vita colmo. Testo poesia: Cristiano Neri Voce narrante: Marina Zerman Musica: Oriano Dasasso ***** LA GIOIA E’ La gioia è svegliarsi la mattina, guardare il cielo e ringraziare il Signore. né terra, né mare, né cieli tersi giro da millenni; Chi accende un fiammifero al buio sta inventando il fuoco. Giro attorno a Dio, all’antica torre, e io precipito Ridimi addosso e dentro Sono presa come un uccello, smarrito lungo la via. Ogni suo verso è istinto e passione ma al tempo stesso analisi attenta di ciò a cui quotidianamente si assiste. Ma ci sono poesie in grado di infonderci, nello stesso momento in cui le leggiamo, un senso di quiete, di benessere, talora di gioia e felicità. versami girasoli sul petto.