Ti ammiro per diversi aspetti, manager che lascia il lavoro, indipendenza e ironia. Ma se invece non avessi nessuna passione? Domande toste è! Coltivare un lavoro a tempo pieno ed una passione contemporaneamente può essere pesante (ne so qualcosa), ma se tieni davvero a questa tua passione, sacrificare 3-4-5 anni della tua vita per crearti un’alternativa ti assicuro che è la migliore scelta che tu possa fare. Il 12/Ago/2015 13:10, “Disqus” ha scritto: Ciao Marta, Se avessi 1 ora di vita non farei nulla. A volte visualizzare qualcosa mi pone il dubbio di come spesso ci si incentri su qualcosa che ha a che fare con l’avere, ma da quello in passato ho ottenuto solo insoddisfazione. Andrea. Questo post è fantastico, forse diventerà il mio preferito! So di avere delle qualità, so cosa devo migliorare, so quali sono le strade “belle” che potrei prendere, ma per qualche motivo finisco per imboccare quelle “brutte”. la mia vita è un continuo singhiozzo. Ciao Caterina, concordo con Sabner. I primi mesi sono stati davvero i più belli della mia vita, non riuscivo a capacitarmi del fatto che mi pagassero per quello che facevo! Non avevo un obiettivo. Però….mi AIUTI. Io m’impegnerò a rispondervi intanto. io vorrei solo dire che a queste domande non riesco a rispondere… che significa? hai una domanda alternativa? Io penso al presente quindi non mi va minimamente vedere come sarò tra 5 anni. scrivo qui giusto per dire che a tutte le domande sopra elencate risponderei con un “NON SO”. Mi obblighi a pensare anche se, ciò, mi costa e mi affatica. Ciao Roberto, Quando e come potrò emergere da questa situazione? Tante volte mi ritrovo a lavorare e agire col pilota automatico. I miei amici si sposano e fanno figli, lavorano anche se non ricoprono la posizione di Steve Jobs ?, ma io li invidio lo stesso. Il peso del rimpianto sarà 100 volte maggiore del peso dei sacrifici che dovrai fare ora per cambiare vita Ho risposto a tutte le domande e portano tutte ad una soluzione che nn posso prendere. Partiamo dalla mia personalità: i tuoi articoli sulla procrastinazione sono (quasi) inutili per me. …ma un isieme di persone che sono collegate tra loro da un unico pregio . Saluti, Salve Andrea, una domanda: che fare se quello che si vuole o voleva fare nella vita non è realizzabile o non si è disposti a rinunciare ad altro per realizzarlo? Ammiratori non ne ho che divertimento c’è guardare uno che potresti farlo benissimo tu? Sono brava ad organizzare il lavoro, sono brava a vendere… ma cosa posso fare? Diventando sempre più bravo, è probabile che quella cosa inizi a piacerti, fino a diventare una vera e propria passione! Mi son trascurata e penso che questo distacco mi serva, anzi ci serva entrambi. Come faccio a capire cosa voglio fare? Grazie per aver commentato. A volte resto delle ore attaccato alla scrivania cercando di decidermi , cosiderando i pro e i contro, vedendo in cosa sono più portato ma ogni volta che prendo una decisione rimpiango quell’altra e sorgono i dubbi e il fatto di essere impantanato in questa scelta mi blocca a volte anche nel prendere decisioni nella vita di tutti i giorni ma sono sicuro che SpecializzarSI e capire cosa piace fare nella vita sia essenziale. Non posso dire a me stessa di essere coraggiosa per poter realizzare i miei sogni se non ne ho….. è questo è veramente triste. Non ho ancora risposto alle domande, ma già sento dentro una carica davvero forte. Scopri la giusta mentalità, i migliori strumenti e la candidatura perfetta per trovare facilmente un lavoro in Italia nel 2020. Volunteering. A dimostrazione i tuoi due ultimi articoli, “Come diventare ricchi: le 10 abitudini vincenti dei milionari” e “Consigli pratici per conquistare il mondo”. Credo siano ben diverse, dovendo tornare a vivere come un cavernicolo sono ben poche le cose che mi mancherebbero e tutte correlate ai comfort della tecnologia (luce, mezzi di trasporto, sanità, …. E’ probabile che facendo qualcosa con costanza, inizierai ad eccellere in quella cosa. Se ancora ti stai ripetendo “non so cosa fare della mia vita”, quello che devi fare è andare là fuori e lanciarti in diverse esperienze formative e professionali per capire se possono davvero fare per te o meno. Grazie mille, ma non riesco ad aprire la pagina. Il modello ideale da seguire è quello di colui che sin da piccolo sa già che vuole fare il dottore, si iscrive senza esitazione a medicina, finisce in tempo gli studi, segue la scuola di specializzazione e poi in pochi anni diventa un professionista affermato nel suo campo. Senza una stella polare che ci guidi lungo la traversata, rischiamo di andare alla deriva, o ancor peggio di ormeggiare nel primo porto lungo la via, dimenticando che la nostra esistenza può riservarci molto più di qualche caraffa di birra in una squallida osteria. mi dovrei sentire le lamentele dei miei tutta la vita. Cial simona e sono diffronte alla scelta dell’università e veramente non so che fare, mi puoi aiutare. All instructional videos by Phil Chenevert and Daniel (Great Plains) have been relocated to their own website called LibriVideo. Per capirlo hai bisogno di entrare in profondità e ascoltare la tua voce interiore. Ciao Andrea, sono in un momento un po’ difficile della mia vita e sono certo che la responsabilità sia tutta mia… Ma provando a rispondere ad ogni una delle tue domande non ho avuto molte risposte. Ho iniziato a leggerli perchè mi serviva un modo per ritrovare la voglia di studiare … ma mi piacerebbe di piu leggere i tuoi aricoli che studiare ahah. Perché ogni idea vincente non è altro che un modo per essere più efficaci o efficienti nel fare qualcosa. Grazie per questo articolo veramente motivante per me.. Per concludere Scrivere il tuo epitaffio di vita è un modo per portare l’attenzione all’ essenza della tua vita ideale, il chi, il cosa … mi piace il tuo commento: sì assolutamente, in quel mondo post-apocalittico potremmo portare anche delle abitudini, delle amicizie/affetti, etc. A volte è terribile ti senti morire dentro e pensi che non ce la farai a sopportare anche questa volta, ti vorresti arrendere e abbandonare, perchè non hai più le energie. (‘Madooo che pippone che ho scritto: devo assolutamente guardarmi 10 minuti del Grande Fratello per compensare). Lo scopo del test non è di valutare se si tratta di una persona “buona” o “cattiva”, ci mancherebbe. Ciò che desideri dalla vita, ciò cui sembri aspirare più di ogni altra sembra essere… Maggioranza di Risposte A: L’AMORE. Ps: Se funziona mi potresti fare il favore di dirmelo. Quali sono le cose che mi riescono naturalmente bene, anche se non mi impegno? Una lettrice faceva notare come il termine venga dal linguaggio marinaresco e appartenga al codice internazionale nautico. Grazie infinitamente perché in questo tuo periodo di difficoltà e decisioni drastiche stai aiutando persone come te (cioè me) che stanno anch’esse attraversando un periodo di difficoltà e decisioni drastiche. Positivo? Ma è qualcosa a cui non ci si può sottrarre a meno di non voler vivere. É cosí o tra le 5 cose possono esserci anche concetti astratti? Come capire cosa si vuole Se ancora non hai capito cosa fare nella vita , quanto meno quella lavorativa, per prima cosa lascia che ti rassicuri: sei in compagnia più di quanto tu creda. Rispondi alle domande di questo test per scoprire dove risiedeva la tua anima, qual era la tua professione nella vita precedente e come è terminata la tua prima esistenza. Nessun hobby. Ho deciso di scrivermi le domande come prememoria, per non smettere mai di cercare le risposte. Un primo metodo per fare maggiore chiarezza sulle tue naturali inclinazioni professionali è quello di effettuare un test della personalità. Bellissimo lo spezzone del film che hai condiviso, ogni volta un pugno allo stomaco (in senso buono ;) ), Ciao mi piacerebbe seguire le tue regole ma ci vuole coraggio. Senza contare l’europa e gli altri continenti. ad alcune domande non so rispondere. Obiettivo del Test Secondo alcune religioni o teorie filosofiche dopo la morte lo spirito lascia il corpo e si reincarna in un altro, trasmigrando quindi dal precedente e conservando attitudini e esperienze acquisite nel corso dell’esistenza. Sì. Mi domando dunque perché ti limiti solo ad un pubblico cosí ristretto come l’Italia. Questo test ti permette in primis di individuare i tuoi 5 principali punti di forza, ovvero le caratteristiche che maggiormente ti contraddistinguono. Ogni persona ha dei doni unici ed irripetibili, dei talenti innati, degli ambiti in cui può raggiungere l’eccellenza con estrema facilità rispetto alle altre persone. Bravo Andrea. Io onestamente sto cercando di tracciare il percorso che ho fatto finora e di proseguire su questa strada. Capire qual è la cosa che più ti appassiona, quella a cui dovresti dare retta per il resto della tua vita, è complesso, ma puoi iniziare chiedendoti qual è quella cosa in cui credi solo tu. Ci sono risposte a cui devo “lavorare” ancora molto, non si finisce davvero mai …. Allo stesso tempo mi rendo conto però che per essere quello che vorrei, in quest’epoca, il rischio è troppo grande. Io sono sicura se un giorno riuscirò a portare avanti il mio sogno mi fa piacere aver fatto centro ;-). Cosa faccio se immaginando di raggiungere certi obiettivi tra 5 anni, vengo sommersa da sensazioni negative per le cose che mi mancano? In realtà niente , l'unico consiglio che ti posso dare è quello di non sentirlo più , al massimo si farà vivo lui. Pertanto, se qualche amico dovesse avere qualcosa da ridire sul fatto che lui ha la canottiera, gli ho consigliato di rispondere a tono. Forse lo scopo della mia vita è quello di scombussolare la vita degli altri… o forse quello di fare commenti assurdi :). Qualche giorno fa nello spazio commenti sul blog si discuteva dell’espressione inglese “red flags”, “bandiere rosse (ehilà, nessun riferimento politico, per l’amor del cielo!). Potresti darmi qualche dritta? É stato davvero vigliacco, soprattutto per aver scaricato tutte quelle colpe su di te.Probabilmente per la prima volta nella sua vita ha avuto modo di capire cosa significasse essere liberi e indipendenti e questo lo ha entusiasmato al punto di farlo allontanare da te. Ciao Andrea, ho speso le ultime due ore a leggermi sia questo post che quelli ad esso correlati. Ho 12 anni (quasi 13) sono in terza media e devo decidere cosa fare nella vita. Ciao, mi piacerebbe che mio figlio avesse un amico come te per arrivare dove io non riesco e fargli venire voglia e stima in se stesso..aprirsi alla vita e capire che ognuno di noi qualcosa di buono ha..basta crederci! mi sto soffermando sulla 8 ma faccio fatica a trovare qualcosa che sia veramente importante… nel senso che più ci penso e penso che le cose importanti ce le coltiviamo dentro di noi. E no, non è un problema relativo all’articolo in sé, il problema è mio: ci sono troppe cose che mi piacciono e mi entusiasmano nella vita e non riesco a trovare la mia strada per il semplice fatto che non riesco a decidere quale fra tutte queste sia la più importante. Una domanda: quanto hai scritto vale anche per i SETTANTASETTENNI in.. lista d’attesa ?? Qualche consiglio per avere continuità e non perdere motivazione, specialmente per obiettivi medio/lontani? Spero che questo articolo su come capire cosa fare nella vita ti sia stato in qualche modo utile. Grande! – inglese a parte, su cui potrei cavarmela, non conosco lo spagnolo, il portoghese o il cinese per gestire in prima persona le traduzioni. Capire il modo di rispondere alle avversità, e imparare a far fronte ad esse in un modo che meglio si adatta alla tua personalità, può aiutarti a navigare più agevolmente nelle acque agitate della vita… io sono ancora ” piccola” per l’esattezza ho 14 anni devo scegliere cosa fare alle superiori.. anzi no ho già scelto … liceo scientifico …. Ciao Andrea, ho voluto fare tutte le domande perché mi rendo conto di quanto facilmente perdo il focus sui miei obiettivi e ti ringrazio per darci questi strumenti ! Innanzitutto è bene fare una premessa: la nostra società purtroppo non ci è di nessun aiuto e non ci fornisce nessuno strumento utile a capire cosa fare nella vita…, Le scuole superiori non ci preparano alla scelta dell’università, l’università non ci prepara alla scelta del lavoro che fa per noi, ed in generale è molto difficile avere accesso a persone che sappiano darci consigli diversi da: “scegli il lavoro che ti piace di più“, oppure “non prendere filosofia all’università altrimenti poi non trovi lavoro“…. Libri di Crescita Personale: i 50 che ti cambieranno la vita! E’ in inglese, ma puoi attivare i sottotitoli in italiano . E se invece sono troppe le cose che ti appassionano? Un primo metodo per fare maggiore chiarezza sulle tue naturali inclinazioni professionali è quello di effettuare un test della personalità. Andre questo post è difficilissimo. Che dici, sono da buttare? Ho avuto la tua stessa carriera liceale. Beh, forse cinque cose importanti riesco a sceglierle, ma sono sempre cinque strade diverse. Devi scoprire cosa ti appassiona, e spesso gli indizi li troviamo ovunque, anche mentre facciamo cose che, di per sé, non ci interessano affatto. Ciao Andrea, complimenti per l’articolo! Magari è successo poco prima di scegliere l’università, forse è stato al termine di quell’importante storia di amore, oppure lo fai ogni mattina  prima di smarcare il cartellino per un lavoro che odi. Corrado Guzzanti aveva ragione a metà, perché effettivamente “La risposta è dentro di te” e non è una frase tirata lì per lì per avere ottimismo, ma perché è proprio così ( chi segue Raffaele Morelli sa di cosa parlo ). Seneca. Magari a 14 o 18 anni, quando…parliamoci chiaro, cosa diavolo ne puoi sapere di cosa vuoi fare nella vita a quell’età? Non so, ma vedo un conflitto interno in questa domanda. infatti controllero le risposte solo domani e dopodomani, cioe fino a quando me ne ricordero. 9)non sono abituato a fare sacrifici, ma se avessi un opinione di rilievo per fare ad esempio in gioco io mi ci fiondo, perche poi posso dire “ci ho messo del mio di la, ed è andata bene” Ciao! Grazie Andrea, buona settimana! I talenti nascono dalle passioni quindi ho risposto alla domanda precedente. ho 19 anni e non so cosa voglio fare nella vita. Inoltre non bisogna dare ascolto allo scoraggiamento, perché purtroppo la cultura attuale ci ha abituati ( male ) alla filosofia “tutto e subito” come se conoscere se stessi fosse questione di minuti. Ciao Andrea, Questo naturalmente non significa che non ce ne siano. Per guidarti in questa ricerca ho preparato per te 10 domande per capire cosa vuoi fare nella vita. In ogni caso mi stavo chiedendo se non fosse opportuno inserire anche una domanda sui “punti deboli”, nel senso, così come c’è la domanda “quali sono i tuoi talenti”, magari inserire anche la domanda “dove manchi di abilità, quali sono i tuoi punti deboli”, non tanto per lagnarsene come un “frignone” come dici sempre tu, ma per lavorarci su nel caso fosse determinante per l’obiettivo che ne sfocia dall’analisi finale di queste domande, oppure anche per delineare bene quali obiettivi non vanno bene, per dire, io sono una persona che ha bisogno sempre di novità e mi piace sapere un po di tutto, non mi piace specializzarmi perchè lo trovo noioso (o meglio, quando mi serve una nozione che non ho la cerco o cerco chi può aiutarmi), quindi un mio punto debole è che trovo noisa la routine e non mi piace (alcuni invece la bramano, ne vanno pazzi), quindi un lavoro ripetitivo o poco dinamico per me sarebbe impensabile (ed avendolo provato lo so bene). Grazie ancora :). Grazie ancora Andrea, sei un grande! Molto spesso ci sentiamo bloccati perché non c’è nulla che ci appassioni veramente: magari ci piace fare diverse cose, nutriamo degli interessi superficiali per alcuni argomenti professionali, ma non c’è nulla che ci faccia davvero accendere di entusiasmo; non c’è alcun lavoro o percorso di carriera che ci sembri perfetto per noi. Lavorerei gratis solamente se la moneta viene bannata. Perché crei un’immagine realistica? Spero che il mio punto di vista possa esserti di aiuto, anche in minima parte. Quando ho finito le superiori non avevo la più pallida idea di cosa fare nella vita e, dopo un anno di università ho piantato lì e ho lavorato qui e là per due annetti. Grazie a te per avermi lasciato un commento :-). Ho fatto lo zaino e sono partita per l’Australia, con l’idea di lavorare in quell’ambiente. Superata una certa età, farsi questa bellissima domanda potrebbe essere molto pericoloso ! Ti ringrazio per il tuo lavoro, In questo articolo esploro questa filosofia di vita e come sempre cercherò di darti degli spu… https://t.co/CPEPu6jHKX. Forse sto rivalutando le mie priorità, e non riesco a dare loro un ordine di importanza. Ho 26 anni ne tanti ne pochi. Mi occupo di comunicazione efficace, crescita personale e psicologia dei rapporti di coppia. Questa volta ho cercato però di focalizzare il post solo su alcune domande, quelle che chiamo domande anti-nebbia. Mi spiego meglio: sono sempre stata dell’idea che se devo fare qualcosa che non ho voglia di fare, prima comincio, prima finisco. Tempo di svolte e mi sono arruolata. Ho deciso allora di condividere con te 10 domande, domande che mi sono posto nel corso degli anni e che mi hanno aiutato (e mi stanno aiutando) a dare la giusta direzione alla mia esistenza. Per ognuna di queste caratteristiche ti viene fornita una breve descrizione e le peculiarità di chi le possiede. Seguendoti da due anni azzardo una previsione: Steve Pavlina! Poi, almeno per un primo periodo, puoi lavorare sul tuo progetto senza necessariamente abbandonare il tuo lavoro. Oddio ma la domanda 5 è paro-paro quella odiosissima domanda che ti fanno in molti colloqui di lavoro e io con fare molto figo (credendoci manco un po’) ho sempre detto: “Preferisco vivere il presente e non pensare a come sarò tra 5 anni”. Il mio Destino é essere IRON MAN! futuro che ormai anche gli insulti personali mi scivolano addosso E l’essere efficaci con una buona idea porta alla ricchezza. La consapevolezza di ciò che si è e di ciò che si desidera realmente è una CONQUISTA fondamentale se si vuole arrivare a sentirsi gratificati del proprio cammino esistenziale….ed in qualsiasi modo e/o in qualsiasi tempo lo si raggiunga val la pena di provarci per non vivere con il perenne rimpianto di non essere stati ciò che si era stati designati ad essere. Nel caso della sezione commenti recenti questo si è tradotto in una riduzione del numero dei commenti visualizzati. Adoro le domande. il tema delle troppe opzioni, se non sbaglio è stato affrontato proprio in un recente video TED che ho postato su Facebook. . Le risposte, oltre a non essere facili (ancora non ho trovato la risposta a diverse di queste domande), credo siano molto legate a quello che ti capita nella vita, alle nuove esperienza che fai, alle nuove opportunità che si presentano e of course, alle persone che incontri lungo la vita. Ho dei dubbi pure sulla mia scelta di percorso di studi e non so se fa veramente per me. Il problema di cosa si vuole fare nella vita bisogna affrontarlo i famiglia e prima ancora a scuola tramite un orientamento nelle strutture formative. Potresti raggiungere entrambe le americhe. Io non ti consiglierei mai di abbandonare tutto ed inseguire il tuo sogno come fanno certi coach: quando hai la preoccupazione di pagare le bollette, non c’è sogno che tenga. nell’animo ne ho 22 e sono più giovane dei miei 3 figli, e mi sento più stupido dei miei 3 figli, e “cerco” come spero facciano i miei 3 figli. Molti di noi si sono posti almeno una volta la fatidica domanda: “cosa voglio fare nella vita?“. Io cercherei di capire quali sono le reali possibilità di impiego dove stai facendo la pratica, se ci sono opportunità migliori in un’altra città o se puoi specializzarti in una branchia come il diritto amministrativo, etc.