La Vita È Bella è un film spezzato in due, tra la commedia della prima parte e la tragedia della seconda. Il 21 marzo 1999 è la notte in cui Roberto Benigni portò all’Italia tre Oscar (migliore colonna sonora di Nicola Piovani, miglior attore e miglior film straniero) e sul palco del Kodak Theatre fece uno dei più lunghi discorsi della storia dell’Academy facendo ridere e piangere la platea. Sceneggiatore, regista e interprete del protagonista Guido, Roberto Benigni si dedicò anima e corpo al suo personaggio. “Buongiorno Principessa!” E’ questa una delle frasi che subito ci fa tornare in mente il capolavoro diretto e interpretato da Roberto Benigni “La vita è bella“. Sabato 2 gennaio in prima serata su Canale 5 va in onda "La vita è bella", il film premio Oscar di e con Roberto Benigni.La pellicola, arrivata nella sale cinematografiche di tutta Italia nel 1997, è incentrata sul tema dell'Olocausto che viene però trattato alla "Benigni-maniera". “Quando si ride ci si lascia andare, si è nudi, ci si scopre.Quando uno ride, vedi un po' la sua anima.E poi quando si ride ci si muove, ci si scuote. Gli avari e coloro che non hanno niente da offrire, infatti, non ridono.” Roberto Benigni Chiunque mi ascolta ora si metta in cerca della felicità. Ma questo è molto di più di un semplice film. Non possiamo che concludere questa carrellata con la clip più famosa di cui è protagonista Benigni. (minuto 7,57) “[La felicità] Cercatela, tutti i giorni, continuamente. Single Blog Title This is a single blog caption / 09 Gen 2021 09 Gen 2021 / By By / 0 Comment In realtà è un film molto triste che racconta come con la comicità e l’umorismo si può sopravvivere anche alla più terribile delle atrocità, l’olocausto…. Ora, in questo momento stesso, perché è lì. ... La felicità, sì, la felicità, a proposito di felicità, cercatela, tutti i giorni, continuamente, anzi chiunque mi ascolti ora si metta in cerca della felicità ora, in questo momento perché è … Benigni però, con la fondamentale collaborazione in sceneggiatura di Vincenzo Cerami, rimodula anche la tragedia, tingendola del tono fiabesco che è il filtro che Guido frappone tra l’orribile verità e lo sguardo innocente del figlio Giosuè. Roberto Benigni e Giorgio Cantarini nel film La vita è bella. “Amiamo sempre troppo poco e troppo tardi” è una delle frasi di Roberto Benigni nella sua versione dei Dieci comandamenti. La vita è bella: il cast del film. “Ci dobbiamo affrettare, affrettiamoci ad amare” – Monologo di Roberto Benigni. Le più belle frasi di Roberto Benigni tratte dai suoi film e dalle letture dei 10 Comandamenti o di testi come "Il Cantico dei Cantici", e altre ancora su argomenti come l'amore, l'amicizia, la felicità. Ci si scuote come un albero e si lascia per terra le cose che gli altri possono vedere e magari cogliere. La vita è bella è un film del 1997 diretto e interpretato da Roberto Benigni.Il titolo del film venne inizialmente scelto dagli autori e dallo stesso Benigni per indicare l'imperturbabile volontà del protagonista di ricercare la felicità, anche nelle situazioni estremamente drammatiche. Notevole il passaggio sulla felicità.